Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

#STODADIO L’ENIGMA DI ARTOLÈ, #recensione

“La mattina del giorno in cui sono morta mi sono svegliata sorridendo” A pronunciare queste parole, che costituiscono l’invitante incipit del primo capitolo, è Luciana Ferrari, una donna non più giovanissima, amata dall’intera comunità dell’appennino bolognese, dove è ambientato il giallo di Carmine Caputo. In particolare, a fare da scenario all’indagine è il piccolo paesinoContinua a leggere “#STODADIO L’ENIGMA DI ARTOLÈ, #recensione”

Pubblicità