Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

BORGO SUD, #recensione

L’Arminuta è, a tutt’oggi, uno dei miei libri preferiti in assoluto, di quelli che consiglio senzaremore, certa che piacerà. Perché, diciamocelo, quel romanzo è un capolavoro. Sono sempre statacuriosa di scoprire cosa sarebbe accaduto dopo a quella ragazzina spaesata, senza nome e senzaradici, e finalmente Donatella Di Pietrantonio ci ha fornito la risposta. Borgo SudContinua a leggere “BORGO SUD, #recensione”

Pubblicità

#leBrevi, LETTURE DI OTTOBRE

Mese ricco di letture, tutte – o quasi – piuttosto interessanti. A LE SETTE MORTI DI EVELYN HARDCASTLE ho dedicato una recensione a parte. Cervellotico e misterioso, la suspense mi ha accompagnato lungo tutta la lettura. Di Amélie Nothomb mi avevano parlato molto bene e dopo aver letto Né DI EVA Né DI ADAMO nonContinua a leggere “#leBrevi, LETTURE DI OTTOBRE”

LE ASSAGGIATRICI, #recensione

Quanto vale una vita? Nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, più ancora delle bombe, è la fame a fare paura. La popolazione vive come può, risparmia il più possibile le risorse a sua disposizione e talvolta salta i pasti. Le dieci donne di Gross-Partsch, però, non hanno fame. Non più, almeno. Non da quando siContinua a leggere “LE ASSAGGIATRICI, #recensione”

LE SETTE MORTI DI EVELYN HARDCASTLE, #recensione

Se fosse un quadro sarebbe di Dalì.Se fosse musica sarebbe un quarantacinque giri che salta sempre al solito punto.Se fosse un film sarebbe diretto da Christopher Nolan.“Le sette morti di Evelyn Hardcastle” è un labirinto da cui il lettore non può scappare, una pioggia fitta senza arcobaleno, una nave senza bussola, una notte fonda senzaContinua a leggere “LE SETTE MORTI DI EVELYN HARDCASTLE, #recensione”

L’EDUCAZIONE, #recensione

Non riesco a trovare le parole per descrivere la magnificenza di questo romanzo. Tara Westover racconta una storia, la sua storia. Ed è talmente sconvolgente da sembrare impossibile. Eppure ogni parola, ogni sentimento esposto e messo a nudo, ogni evento narrato è intriso di verità. È la sua verità: ignorata, negata, travisata, allontanata, messa inContinua a leggere “L’EDUCAZIONE, #recensione”

MAI STATI COSì FELICI, recensione

Quando Piccole donne incontra il fenomeno televisivo This is us, il risultato non può essere che un “inferno ormonale” nel quale quattro strepitose protagoniste si districano in un labirinto di emozioni, disastri, sventure e conquiste. Sto parlando di uno dei libri più chiacchierati del momento. Acclamato a giusta ragione dalla critica e amatissimo dai lettoriContinua a leggere “MAI STATI COSì FELICI, recensione”

#leBrevi – LETTURE DI AGOSTO

Agosto è stato un mese impegnativo (in tutti i sensi) e questo si nota anche dalle letture intraprese. Una certa predominanza di classici della letteratura latina la dicono lunga su uno dei motivi per cui le ultime settimane sono state senza dubbio intense: è in corso la preparazione di un esame alquanto tosto. Tre deiContinua a leggere “#leBrevi – LETTURE DI AGOSTO”

#STODADIO L’ENIGMA DI ARTOLÈ, #recensione

“La mattina del giorno in cui sono morta mi sono svegliata sorridendo” A pronunciare queste parole, che costituiscono l’invitante incipit del primo capitolo, è Luciana Ferrari, una donna non più giovanissima, amata dall’intera comunità dell’appennino bolognese, dove è ambientato il giallo di Carmine Caputo. In particolare, a fare da scenario all’indagine è il piccolo paesinoContinua a leggere “#STODADIO L’ENIGMA DI ARTOLÈ, #recensione”

#leBrevi – LETTURE DI LUGLIO

Mese di novità, quello appena trascorso. Mi sono dedicata alle uscite più recenti, alcune delle quali attesissime. Tutte diverse, tutte belle, questa volta. Delle IMPERFETTE ho parlato in un articolo a parte (lalibrellula.art.blog/2020/07/15/le-imperfette-recensione/). Mi ha intrigato sin dal suo arrivo in libreria e non mi ha deluso affatto. Introspettivo ma scorrevole, serio ma leggiadro. UnaContinua a leggere “#leBrevi – LETTURE DI LUGLIO”

RICCARDINO, #inLovingMemoryOf Andrea Camilleri

E quattro. Sono quattro i libri per cui ho pianto. Per due di essi di dolore, quasi fisico. Il primo in assoluto è stato Una vita come tante, capolavoro letterario scritto da Hanya Yanaghiara. Ho desiderato proteggere Jude per tutto il tempo e ho versato lacrime amare, amarissime (leggetelo, vi prego, fatevi questo dono… piangerete,Continua a leggere “RICCARDINO, #inLovingMemoryOf Andrea Camilleri”